• Quantità:
Sconto:
Spedizione:
Pagamento:
IVA:
Totale: su preventivo
Il tuo carrello è vuoto.

A PUNTI DANILO, GARA AMARA PER ANTONELLI!

by Ufficio Stampa Team
domenica 24 aprile 2016
A PUNTI DANILO, GARA AMARA PER ANTONELLI!

Comunicato Stampa N. 10/2016

La classe Moto3 ci ha riservato come al solito un grande spettacolo. Il Gran Premio di Spagna corso a Jerez de la Frontera, ha infatti visto protagonisti ben quattro piloti, tra cui due italiani. A salire sul gradino più alto del podio è il sudafricano Brad Binder autore di una grande rimonta. Dietro di lui Nicolò Bulega dello Sky Team VR46 dà spettacolo e all’ultima curva è secondo davanti al connazionale Francesco Bagnaia.

Jules Danilo, pilota del Team Ongetta Rivacold, è autore di un’ottima prestazione, chiudendo la gara in nona posizione. Il giovane francese, veloce e costante in tutti i turni, ha dimostrato di poter lottare sempre per la Top Ten. Una crescita importante per Jules e il suo team, che inizia finalmente a raccogliere i frutti del proprio lavoro e a combattere per le posizioni che contano. Gara amara, invece, per Niccolò Antonelli. A Nicco, che scattava dalla quarta casella, si è spenta la moto in griglia ed è dovuto partire dalla pit lane. Il giovane pilota di Cattolica, nel tentativo di recuperare posizioni, è poi scivolato a metà gara, chiudendo il week end senza riuscire a raccogliere punti. Prossimo appuntamento a Le Mans, tra due settimane, per il Gran Premio di Francia.

Niccolò Antonelli:“Sono già due gare che le cose non vanno bene. Qua mi si è spenta la moto in griglia e sono dovuto partire dalla pit lane. A metà gara poi sono caduto. Peccato perché siamo stati veloci tutto il week end e potevamo fare un buon risultato. Lo scorso anno abbiamo toccato il fondo proprio qui a Jerez e siamo ripartiti da Le Mans. Dobbiamo rimanere concentrati e fare lo stesso anche adesso”.

Jules Danilo: “Sono contentissimo della mia gara, di nuovo nella Top Ten, anche se credo che sia andata meglio rispetto ad Austin. Innanzitutto per il gap dal gruppo di testa, poi perché ho avuto sempre un passo molto veloce. Con la moto mi sono sempre sentito a mio agio sin dalle prime prove libere e abbiamo sfruttato il sabato per preparare bene la gara. Ringrazio tutto il team per lo splendido lavoro fatto fino ad oggi”.