• Quantità:
Sconto:
Spedizione:
Pagamento:
IVA:
Totale: su preventivo
Il tuo carrello è vuoto.

CONTINUA LO SPETTACOLO DEL MOTOMONDIALE IN TEXAS!

by Ufficio Stampa Team
mercoledì 6 aprile 2016
CONTINUA LO SPETTACOLO DEL MOTOMONDIALE IN TEXAS!

Comunicato Stampa N. 7/2016

Lasciata alle spalle l’Argentina, il Circus del Motomondiale è già in viaggio per Austin negli Stati Uniti, dove questo fine settimana andrà in scena la terza gara della stagione 2016.

Per il quarto anno consecutivo il Campionato del Mondo MotoGP torna al Circuito delle Americhe, meglio conosciuto come COTA. Tra le sue particolarità, troviamo una salita di 41 metri di dislivello con un impressionante inclinazione al termine del rettilineo principale, seguita da una curva a sinistra. Questo tracciato, lungo 5,5 Km, è uno dei più completi a livello di layout e raccoglie diverse caratteristiche di molti circuiti in giro per il mondo. Costruito dal famoso architetto tedesco Hermann Tilke, ha la direzione di guida antioraria e conta un totale di venti curve.

Niccolò Antonelli e Jules Danilo, portacolori del Team Ongetta Rivacold, arrivano in Texas pieni di energia sperando di fare meglio che in Argentina. Sono consapevoli del fatto che il circuito americano è molto impegnativo e per questo motivo è fondamentale trovare fin dalle prime prove del venerdì, il giusto feeling con le loro Honda.

Niccolò Antonelli:“Dopo la vittoria stupenda in Qatar, mi aspettavo qualcosa in più in Argentina. Ma è inutile recriminare! Il prossimo week end gareggerò ad Austin su un circuito impegnativo dove l’anno scorso, sempre a causa del meteo, non ero riuscito raccogliere punti mondiali. Sono molto esigente con me stesso e consapevole del fatto che posso ancora migliorare. Il mio obiettivo è comunque quello di salire di nuovo sul podio!”

Jules Danilo: “Sono pronto ad affrontare la terza gara della stagione. Il circuito di Austin mi piace e lo scorso anno avevo un buon feeling con la mia Honda. Mi impegnerò al massimo cercando di ottenere il miglior risultato possibile!”