• Quantité:
Remise offre:
Livraison(Si vous ne savez pas votre zone, on vous demande s’il vous plaît de choisir une zone quelconque et de continuer avec la commande. Après le système va vous reconnaitre et va vous dire la zone à écrire).:
Paiement:
S’il n’est pas prévu que vous payez le TVA cette valeur sera enlevée dans la prochaine étape de la commande. TVA:
Total: sur devis
Votre panier est vide.

Gara amara per il Team Ongetta Rivacold!

by Ufficio Stampa Team
lundi 6 juin 2016

Comunicato Stampa N. 16/2016

IL settimo appuntamento del Campionato del Mondo Moto3, si apre a Barcellona con l’omaggio che il motociclismo fa a Louis Salom, deceduto dopo un incidente, venerdì durante le FP2. Il giovane di Maiorca è stato commemorato con un minuto di silenzio prima che la gara della classe leggera prendesse il via. Il GP di Catalogna, condizionato da moltissime cadute, va Jorge Navarro, pilota spagnolo, che è riuscito a conquistare la sua prima vittoria in carriera, davanti a Brad Binder ed Enea Bastianini.

I piloti del Team Ongetta Rivacold hanno chiuso la gara di Barcellona senza raccogliere punti in classifica, nonostante le aspettative che si erano create grazie alla prima e alla terza fila conquistate in qualifica. Nicco è scivolato al quindicesimo giro, nel tentativo di annullare il secondo di distacco dal gruppo di testa. Risalito in sella ha tagliato poi il traguardo in ventunesima posizione. L’incolpevole Jules Danilo è stato centrato, al terzo giro, da un altro pilota, quando si trovava in undicesima posizione.

Niccolò Antonelli: “Nei primi giri non riuscivo a spingere e ad essere efficace, soprattutto in alcuni tratti della pista, e, questo, mi ha fatto perdere contatto con il gruppo di testa. Dopo un po’ di giri, il feeling con la moto è migliorato e ho spinto per recuperare il gruppo dei primi. Ci ero quasi riuscito ma, nella variante successiva alla parte nuova del tracciato, mi si è chiuso l’anteriore e sono scivolato”.

Jules Danilo: “Ovviamente sono dispiaciuto. Per tutto il week end abbiamo lavorato bene, il feeling era buono e riuscivo a fare il passo da solo. Purtroppo, al terzo giro, rientrando in pista dopo aver sbagliato la traiettoria. Ono ha fatto un high side e me lo sono trovato davanti senza poterlo evitare. Non ero partito bene oggi, ma il gruppo era compatto e sapevo di poter fare una buona gara. Adesso voglio solo pensare ad allenarmi e a preparare la prossima gara”.