• Quantité:
Remise offre:
Livraison(Si vous ne savez pas votre zone, on vous demande s’il vous plaît de choisir une zone quelconque et de continuer avec la commande. Après le système va vous reconnaitre et va vous dire la zone à écrire).:
Paiement:
S’il n’est pas prévu que vous payez le TVA cette valeur sera enlevée dans la prochaine étape de la commande. TVA:
Total: sur devis
Votre panier est vide.

Antonelli alla ricerca del podio!

by Ufficio Stampa Team
mercredi 22 juin 2016

Comunicato Stampa N. 17/2016

Dopo due settimane di pausa, il paddock del motomondiale è in viaggio verso i Paesi Bassi, dove si correrà il prossimo fine settimana, sullo spettacolare circuito “TT Circuit” di Assen, l’ottava gara del calendario.

Il circuito olandese viene da sempre considerato uno dei più difficili del campionato, infatti è chiamato “Università delle due Ruote”, per le velocità medie elevatissime che si raggiungono e che mettono a dura prova sia le moto che i piloti. Inaugurato nel 1949, ha la particolarità di essere l’unico su cui si corre ininterrottamente, ogni anno, un Gran Premio, dapprima su strade pubbliche, poi nella pista che dal 1955 è conosciuta anche come Dutch TT. Attualmente, dopo molte modifiche avvenute nel corso degli anni, il tracciato che era uno dei più lunghi del motomondiale, è stato ridotto da quasi 6 Km a 4.555 m. per mettere in sicurezza i piloti che corrono in una pista stretta, priva di grandi rettilinei.

Da segnalare che anche l’Olanda si allinea agli altri circuiti del campionato quindi le gare verranno disputate di domenica.

La squadra del Team Ongetta Rivacold arriva ad Assen con qualche rimpianto. Niccolò deve trovare costanza, dopo le ottime prove, intervallate da uscite di scena improvvise mentre Jules proverà a dare continuità ai risultati finora ottenuti impegnandosi come sempre al massimo.

Niccolò Antonelli: “Questo week end sarà molto impegnativo. Il circuito di Assen è particolarmente difficile. Sia noi piloti che le nostre moto verremo messi a dura prova, dovendo affrontare una vasta gamma di curve. Per questo motivo è necessario, per essere competitivi, trovare un buon set up fin dalle prime prove del venerdì. Il mio obiettivo, a costo di essere ripetitivo, è sempre quello di salire sul podio. Spero di riuscirci qui in Olanda.”