• Quantité:
Remise offre:
Livraison(Si vous ne savez pas votre zone, on vous demande s’il vous plaît de choisir une zone quelconque et de continuer avec la commande. Après le système va vous reconnaitre et va vous dire la zone à écrire).:
Paiement:
S’il n’est pas prévu que vous payez le TVA cette valeur sera enlevée dans la prochaine étape de la commande. TVA:
Total: sur devis
Votre panier est vide.

Antonelli a punti in Giappone!

by Ufficio Stampa Team
lundi 17 octobre 2016

Comunicato Stampa N. 32/2016

Gara tiratissima dal primo all’ultimo giro, la quindicesima stagionale della classe Moto3. Il Gran Premio del Giappone va ad Enea Bastianini che vince il duello con Brad Binder, secondo, e sale per la prima volta sul gradino più alto del podio nel 2016. Hiroki Ono, pilota di casa, è terzo ma gli viene inflitta la seconda penalità del fine settimana ed è squalificato lasciando il posto a Nicolò Bulega.

A seguito delle decisioni della direzione gara, anche i piloti del Team Ongetta Rivacold beneficiano dell’espulsione del giapponese e guadagnano entrambi una posizione piazzandosi in decima posizione Niccolò Antonelli e in sedicesima Jules Danilo. Nicco, che partiva dalla settima casella in griglia, ha perso il contatto con il gruppo di testa nelle prime fasi di gara, senza riuscire a colmare il gap mentre il suo compagno di squadra ha sfiorato la zona punti dopo una grande rimonta.

Niccolò Antonelli:“Oggi ho fatto molta fatica, soprattutto nei sorpassi: rimanevo sempre lì, nella stessa posizione, senza riuscire a fare il mio ritmo. Peccato perché abbiamo lavorato bene per tutto il week end e sembrava essere la gara giusta per poter tornare a lottare per posizioni importanti. Ci riproveremo a Phillip Island”.

Jules Danilo: “Oggi ho spinto ogni singolo giro per non perdere contatto con il gruppo ma, purtroppo, non avevo abbastanza feeling soprattutto in frenata e in entrata in curva. Dobbiamo capire perché non riesco più a guidare come all’inizio della stagione. Vedremo in Australia di risolvere i problemi tecnici che affliggono la mia Honda”.